Le cure domiciliari

Il servizio di Cure Palliative Domiciliari si rivolge alle persone con malattie cronico-degenerative (di natura oncologica e non) non guaribili, mediante l’intervento di un’équipe di professionisti in grado di rispondere ai loro problemi clinici, assistenziali, psicologici e sociali.

Cure palliative domiciliari gratuite

CURE GRATUITE!

LE PRESTAZIONI DI CURE PALLIATIVE DOMICILIARI SONO COMPLETAMENTE GRATUITE.

Sono un DIRITTO per ogni persona che ne ha bisogno.

Diritto alle cure, diritto a non soffrire, diritto alla propria dignitĂ .

Dove eroghiamo il servizio di cure domiciliari

Operiamo nei seguenti territori: 
ATS Insubria: Como e circondario; sponda orientale del ramo del lago di Como sino a Bellagio; sponda occidentale sino a San Siro, comprese le valli Intelvi, Val Cavargna, Val Rezzo, sino a Valsolda:
ATS Montagna: sponda occidentale del lago da Cremia sino al Ponte del Passo, comprese le valli dell’Alto Lago.

Cartina Accanto

Legenda dei comuni

ATS Insubria: Como, Lipomo, Montorfano, Albese con Cassano, Tavernerio, Capiago Intimiano, Senna Comasco, Casnate con Bernate, Cantu’, Grandate, Villa Guardia, Fino Mornasco, Vertemate con Minoprio, Cadorago, Cassina Rizzardi, Guanzate, Lurate Caccivio, Olgiate Comasco, Montano Lucino, San Fermo della Battaglia, Colverde, Brunate, Blevio, Torno, Faggeto Lario, Pognana Lario, Nesso, Velese, Zelbio, Lezzeno, Bellagio, Maslianico, Cernobbio, Moltrasio, Carate Urio, Laglio, Brienno, Argegno, Schignano, Dizzasco, Centro Valle Intelvi, Pigra, Blessagno, Laino, Ponna, Alta Valle Intelvi, Claino con Osteno, Porlezza, Valsolda, Corrido, Carlazzo, Cusino, San Bartolomeo Val Cavargna, San Nazzaro Val Cavargna, Cavargna, Val Rezzo, Benelario, Grandola ed Uniti, Plesio, Colonno, Sala Comacina, Tremezzina, Griante, Menaggio, San Siro.
ATS Montagna: Cremia, Pianello del Lario, Musso, Dongo, Gravedona ed Uniti, Garzeno, Stazzona, Peglio, Dosso del Liro, Livo, Domaso, Vercana, Trezzone, Montemezzo, Sorico, Gera Lario.

Come avviene la presa in carico del malato e della famiglia

Per attivare il servizio di Cure Palliative Domiciliari rivolto a persone con malattie cronico-degenerative (di natura oncologica e non) non guaribili, è sufficiente seguire queste indicazioni.

1. Modulo di richiesta

Il primo passo necessario per l'attivazione del servizio di assistenza domiciliare in cure palliative è compilare il MODULO PER LA RICHIESTA DI CURE PALLIATIVE. Il modulo può essere compilato da un famigliare del paziente, dal medico curante o direttamente dall'ospedale di riferimento.

Una volta compilato il modulo potrĂ  essere inviato via mail all'Associazione: contatto@accanto-odv.it o portato direttamente presso la sede di Como ad Albate in via Giovane Italia 12 C. Non appena ricevuto viene organizzato il primo colloquio.

2. Primo colloquio

Entro 24/48 ore dalla ricezione del modulo di richiesta per la presa in carico, l'associazione contatta il richiedente e viene organizzato un primo colloquio. Il primo colloquio con i familiari, effettuato dall’infermiere coordinatore, ha lo scopo di valutare: la consapevolezza del malato e della famiglia rispetto alla diagnosi ed alla prognosi, la situazione famigliare e sociale del malato, le condizioni abitative, le aspettative rispetto al servizio, i bisogni del malato e la criticità dei sintomi, informazioni sulle cure palliative e modalità di trattamento. Di norma viene organizzato presso la sede. Se il contesto famigliare non consente l’effettuazione del colloquio o se esistono i requisiti di urgenza, il colloquio può avvenire al domicilio.

Prima visita a domicilio

Dopo il primo colloquio, entro 24/48 ore, viene organizzata la prima visita al domicilio dal medico palliativista e dall'infermiera che poi seguirà il paziente, con la presenza, se disponibile, del medico di medicina generale. Obiettivo di questa prima visita, oltre che la diretta conoscenza del paziente, è impostare la terapia e la programmazione di un piano terapeutico-assistenziale (PAI).


l numero degli accessi domiciliari è almeno due la settimana, ma viene determinato in base ai bisogni del malato e continuamente rimodulato al modificarsi delle condizioni cliniche. 


1. Modulo per la richiesta di cure palliative domiciliari

Il primo passo necessario per l'attivazione del servizio di assistenza domiciliare in cure palliative è compilare il MODULO PER LA RICHIESTA DI CURE PALLIATIVE. Il modulo può essere compilato da un famigliare del paziente, dal medico curante o direttamente dall'ospedale di riferimento.

Una volta compilato il modulo potrĂ  essere inviato via mail all'Associazione: contatto@accanto-odv.it o portato direttamente presso la sede di Como ad Albate in via Giovane Italia 12 C. Non appena ricevuto viene organizzato il primo colloquio.

2. Primo colloquio

Entro 24/48 ore dalla ricezione del modulo di richiesta per la presa in carico, l'associazione contatta il richiedente e viene organizzato un primo colloquio. Il primo colloquio con i familiari, effettuato dall’infermiere coordinatore, ha lo scopo di valutare: la consapevolezza del malato e della famiglia rispetto alla diagnosi ed alla prognosi, la situazione famigliare e sociale del malato, le condizioni abitative, le aspettative rispetto al servizio, i bisogni del malato e la criticità dei sintomi, informazioni sulle cure palliative e modalità di trattamento. Di norma viene organizzato presso la sede. Se il contesto famigliare non consente l’effettuazione del colloquio o se esistono i requisiti di urgenza, il colloquio può avvenire al domicilio.

Prima visita a domicilio

Dopo il primo colloquio, entro 24/48 ore, viene organizzata la prima visita al domicilio dal medico palliativista e dall'infermiera che poi seguirà il paziente, con la presenza, se disponibile, del medico di medicina generale. Obiettivo di questa prima visita, oltre che la diretta conoscenza del paziente, è impostare la terapia e la programmazione di un piano terapeutico-assistenziale (PAI).


l numero degli accessi domiciliari è almeno due la settimana, ma viene determinato in base ai bisogni del malato e continuamente rimodulato al modificarsi delle condizioni cliniche. 


L'Ă©quipe

Il servizio è svolto da un’equipe multidisciplinare formata da operatori con esperienza nell’ambito delle Cure Palliative e delle problematiche cliniche, psicologiche, sociali dei malati e dei loro familiari.

L’equipe è costituita da:
• medici palliativisti di cui uno svolge il ruolo di responsabile sanitario;
• infermieri, di cui uno svolge il ruolo di coordinatore
• Operatori Socio Sanitari
• una psicologa
• volontari
• fisioterapista
• assistente sociale
• assistente spirituale

Il servizio è gratuito e viene attivato in collaborazione con il Medico di Medicina Generale.
Per l’attivazione del servizio è necessario compilare il modulo sottostante.

Come richiedere le cure?

Il servizio è gratuito e viene attivato in collaborazione con il Medico di Medicina Generale o la struttura ospedaliera di riferimento.
Per l’attivazione del servizio è necessario richiedere la presa in carico per le cure palliative compilando il modulo apposito.